Tessa Gelisio, 2000 ricette “Cotte e mangiate”: «Differenze tra me e Benedetta Parodi? La mia cucina è del sud»




Tessa Gelisio, 2000 ricette “Cotte e mangiate”: «Ho viaggiato per anni, ora sono una pantofola d’oro». Conduttrice, imprenditrice e blogger, da dieci anni entra nelle case degli italiani, con la sua rubrica di cucina di Studio Aperto in onda dal lunedì a venerdì alle 12.50 Studio.

 

Leggi anche > Meteo, le previsioni per il weekend: choc termico e instabilità, poi una settimana di primavera

 

tessa gelisio ricette 17111859

 

Venerdì festeggia con i telespettatori la ricetta numero 2000, come si sente?

«Sono molto felice! Mai nella vita avrei pensato di poter inventare tutte queste ricette, ogni volta che ne penso una, me ne vengono in mente tre o quattro e poi le rivoluziono. Devo dire che siamo fortunati perchè è anche merito dell’incredibile varietà della cucina italiana. Lo stesso piatto cambi due prodotti o due procedimenti e stravolgi tutto. E’ creativo»

 

Come nascono le sue ricette?

«A volte parto da un ingrediente, spesso vado in fissa con qualche prodotto e lo “lavoro” proponendolo in tante decinazioni, altre da una tecnica particolare che ho imparato frequentando chef stellati. A volte vedo delle ricette che mi piacciono e le cambio, oppure nascono da un abbinamento come ad esempio gorgonzola e radicchio che puoi declinare in mille modi»

 

Il suo ingrediente preferito, o meglio quello che “salva” quando non ha nulla a casa?

«E come si fa, è difficilissimo! Forse il riso perché declinabile in milioni di ricette, viene sempre buono»

 

Il più difficile?

«Carni tipo anatra, non ho ancora trovato un feeling»

 

Qual è il suo piatto preferito?

«Forse è banale ma è la parmigiana di melanzane. Me l’ha sempre fatta mia nonna che era sarda, sono sempre impazzita, sono proprio golose»

 

Lei è al timone di “Cotto e Mangiato” da 10 anni, cosa ha cambiato quando è arrivata per cucirselo addosso? (In precedenza in conduzione c’era Benedetta Parodi ndr.)

«Io e la Parodi abbiamo un tipo di cucina completamente diverso, lei più del nord, io più centro- sud. È proprio un modo diverso di cucinare, ma fondamentalmente ho fatto quello che piace a me. Io quelle che propongo mi piacciono tutte, magari non le faccio tutti i giorni perchè sono molto attenta al benessere, alla salute»

 

Chi le fa da “cavia” per i suoi esperimenti?

«Uso molto il mio compagno (ride ndr.), mi fa da faro, perchè dico sempre che lui è il maschio italiano medio. Le ricette minimamente particolari o ingredienti esotici non gli piacciono.  Quindi seguo il gusto classico italiano ma con qualche eccezzione perchè ogni tanto bisogna variare»

 

Prima di dedicarsi alla cucina ha condotto programmi come “Sereno Variabile”, “Italia che vai”, “Pianeta mare”, non le manca viaggiare?

«Per 14 anni ho viaggiato tantissimo, è molto stancante soprattutto quando si arriva a quei livelli. Con “Pianeta mare” ero via 365 giorni all’anno. Visto il periodo storico mi manca ora viaggiare ma non così tanto. L’ideale sarebbe un compromesso. Ora sono più una pantofola d’oro»

 

Tra le sue passioni non possiamo non menzionare il suo attivismo in tema di ambiente e sostenibilità.  Fa parte del comitato dei promotori della Fondazione Symbola, presieduta dal presidente onorario di Legambiente Ermete Realacci

«Sui social sono più attiva sulle tematiche ambientali. Ermete Realacci poi è uno dei padri dell’ambientalismo italiano, lo conosco da quando avevo 20 anni. Symbola racconta come la sostenibilità renda più forte la nostra economia»

 

 

La ricetta che presenterà venerdì per festeggiare il suo traguardo non poteva essere che una torta

«La tortamisù per la precisione: pan di spagna al cioccolato, crema mascapone, crema ganache cioccolato e nocciole tritate. E’ golosa e perfetta per i compleanni. Prendete appunti, ne vale la pena»

 




Ultimo aggiornamento: Giovedì 17 Febbraio 2022, 12:28



© RIPRODUZIONE RISERVATA

We wish to say thanks to the writer of this short article for this amazing web content

Tessa Gelisio, 2000 ricette “Cotte e mangiate”: «Differenze tra me e Benedetta Parodi? La mia cucina è del sud»

Travors